Giuseppe Riccardi ( 1988 )

 

Laureato in Scienze della Comunicazione all’Università Suor Orsola Benincasa, continua la sua formazione studiando Antropologia Visiva e si specializza in Cinema Documentario all’Università Autonoma di Barcellona.

 

Studia fotografia al CFI nel 2016 e realizza la sua prima fotografica con il progetto «From There», vincitore assoluto tra i fotografi professionisti per la sezione Street Photography nell'ambito del FIIPA 2017 (FIOF Italy International Photography Awards).

Lavora come filmmaker e fotografo per progetti di stampo documentario. Ha esperienze come cinematographer, fonico di presa diretta e montatore video.

Collabora con emittenti televisive in qualità di cameraman e si avvicina al teatro come fotografo di scena e realizzatore di contenuti multimediali per le scenografie.

Autore del documentario «Familia sin domicilio», selezionato al Festival di Cinema Etnografico di Sobrarbe Espiello XII e regista del corto sperimentale «Binario» presentato al Arkipel - Jakarta International Documentary and Experimental Film Festival, entra a far parte dell’archivio Hamaca on line Media and video art distribution from Spain e della biblioteca del Museo Reina Sofia di Madrid.

Nel 2017 lavora al progetto «Mad(r)e in Italy», con l'autore e direttore della fotografia Daniele Ciprì e il fotografo, disegnatore luci Davide Scognamiglio.

 

Aiuto regia e fonico di presa diretta per il documentario «Up to down» di Nazareno Nicoletti prodotto da 41° Parallelo.

Lavora come operatore video per diversi progetti documentari,  come filmmaker per le riprese della web serie «ES17 Dio non manderà nessuno a salvarci» da un'idea di Roberto Saviano scritto da Diana Ligorio e Conchita Sannino, realizzato da Parallelo 42 e distribuito La Repubblica.it e Sky.

 

Insieme a Sara Lupoli (danzatrice), Valeria Laureano (fotografa) e Roberta Fuorvia (art director) nel 2018 da’ vita a «Body Island Project»: una performance itinerante e site-specific sul tema del rapporto tra uomo e isola dove fotografia, danza e video sono le voci narranti protagoniste.

 

Attualmente vive e lavora a Napoli dove è impegnato nella scrittura e la realizzazione di progetti audiovisivi e fotografici indipendenti.

 

Dal 2018 entra a far parte del CFI come docente di Multimedia.